INIZIA LA TOURNÉE DI "Ospedaletto ci prova"
con la nuova commedia A SO INTEIJENTE, MI!:


21 Novembre 2018: Taglie di S.Margherita D'Adige (PD);

7 Dicembre 2018: Patronato di Ospedaletto Euganeo;

12 Dicembre 2018: Teatro Farinelli di Este (PD);
22 Dicembre 2018: presso Agricola Veneta di Ospedaletto Euganeo (PD);

12 Gennaio 2019: Merlara (PD)

19 Gennaio 2019: Villa Estense (PD);

27 Gennaio 2019: Ponso (PD) ore 15:30;

9 Marzo 2019: Bosaro (RO);

6 Aprile 2019: Lozzo Atestino (PD) presso Auditorium BCC;

18 Maggio 2019: Granze (PD);

8 Giugno 2019: spettacolo alla Fondazione Franchin di Montagnana (PD);

22 Giugno 2019: Giardini del Patronato di Ospedaletto Euganeo;

20 Luglio 2019: Tribano (PD);

27 Luglio 2019: Tresto di Ospedaletto Euganeo (PD);

14 Settembre 2019: Frassinelle (RO);

26 Settembre 2019: Badia Polesine (RO);

i Fiori de Testa

RUBRICA TELEVISIVA PAESE MIO

I Fiori De Testa in Ospedaletto Euganeo (Pd)

our mission

ACOS                             www.acos-nazionale.it

EVENTI TEATRO 2018-2019

Nella foto qui sopra il Presidente Nazionale ACOS Mario Morello (a sinistra) e Francesco Chiodin Presidente de "I fiori de testa" (a destra).

CENTRO SOLLIEVO OSPEDALETTO EUGANEO

"Chi salva una vita, salva il mondo intero"

Intervista al Sindaco di Ospedaletto Euganeo (PD) Giacomo  Scapin e  a Francesco Chiodin da parte di Paese mio.

GITE

16/06/2019 Gita dell'Associazione riprogettare la vita.

IN PROGETTO AL CENTRO

- Talmud

Da sinistra Lucia Ferraretto Segretaria e Cristiana De Guilmi Vice Presidente dell'associazione "I fiori de testa"

I fiori de testa in Ospedaletto Euganeo PD, intende rendere a tutti coloro che non  si trovano nella pienezza dei propri mezzi fisici, psichici e sociali un servizio qualificato, volontario e gratuito di promozione umana e integrazione sociale attraverso il teatro, la danza, il mimo, la musica e ogni forma di spettacolo e attività culturale.
Fonda la sua attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia e della partecipazione sociale.
Esclude qualsiasi fine di lucro anche indiretto, operando esclusivamente per fini di solidarietà sociale, civile e culturale.
Opera nelle strutture sanitarie, territoriali e negli ambiti locali, con un servizio organizzato, qualificato e gratuito per assicurare una presenza amichevole accanto a persone svantaggiate, per lottare contro la sofferenza, l’isolamento e la noia.
Collabora con le istituzioni ed altre associazioni per perseguire obiettivi di umanizzazione, di personalizzazione, di informazione, formazione e di educazione alla salute per disabili e persone fragili, anziani, familiari,  operatori sanitari e socio sanitari e volontari attraverso corsi e giornate di studio, approfondimenti di studi sociali e sanitari,  con ogni forma e mezzo a disposizione.
Si impegna, anche in collaborazione con altre associazioni, gruppi e formazioni, in progetti  e sperimentazioni atti a migliorare il servizio a favore delle persone svantaggiate.
Promuove il valore della famiglia, delle pari opportunità e dell’integrazione sociale e della vita dal suo inizio fino alla fine.